Conduttore di Occhio alla Spesa,Alessandro Di Pietro condannato per pubblicità occulta

oooo.JPGIl conduttore di Occhio alla Spesa che è tutti i giorni in onda su Rai 1 è stato condannato per pubblicità occulta. Stiamo parlando di Alessandro Di Pietro che come racconta il sito internet ilfattoalimentare.it, è stato condannato per aver fatto pubblicità occulta alla pasta di soia Aliveris. L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha censurato il conduttore televisivo per l’odiosa vicenda di pubblicità occulta: in ben tre puntate Di Pietro nel 2012 ha esaltato le caratteristiche benefiche di un tipo di pasta, indicata come adatta per i diabetici. Il presentatore avrebbe ricevuto un compenso di circa 15 mila euro per esaltare la pasta Aliveris. La stessa autorità ha dichiarato che oltre la presenza di pubblicità occulta ci sono tante violazioni del Codice del consumo. Inoltre le diciture che si trovano sulla “pasta al germe di grano” in questione sono ingannevoli e l’azienda è stata multata per un valore di 85.000 euro. Alessandro Di Pietro è stato condannato con una multa di 25.000 euro che la Rai dovrà pagare. Attendiamo inoltre aggiornamenti sulla vicenda, visto che ad oggi il programma tv “Occhio alla Spesa” vede ancora il conduttor saldo al suo timone.

Conduttore di Occhio alla Spesa,Alessandro Di Pietro condannato per pubblicità occultaultima modifica: 2013-03-27T09:51:05+01:00da naefira
Reposta per primo quest’articolo